Escursioni negli angoli più belli della Sicilia

IL MARE COME NON L'AVEVI MAI VISTO

Itinerario Spiagge

Partendo da nord verso sud. Quindi da Siracusa verso Marzamemi

• Dopo aver oltrepassato tutta “l’area marina protetta del Plemmirio” http://plemmirio.eu/wp-content/uploads/2014/11/SCHEDA-SBOCCHI-AL-MARE_DETTAGLI-2.pdf dove troviamo diversi sbocchia a mare uno più bello dell’altro. Tra i più belli: Punta Castelluccio denominata Spiaggia del Minareto, Spiaggia della Finanza e spiaggia del faro Massoliveri

• Subito dopo “all’area marina del Plemmirio”, incontriamo la spiaggia dell’arenella, con l’omonimo Villaggio turistico, ma molto affollata nei periodi di alta stagione.

• A pochi chilometri sempre verso sud la bianca spiaggia e mare cristallino fa da cornice ad un anfiteatro naturale, denominata Fontane Bianche, proprio per la presenza di una falda acquifera di acqua dolce in mezzo al mare di fronte alla spiaggia.

• Molto bella e sempre molto affollata è la spiaggia di Avola cittadina famosa anche per la produzione della mandoral IGP, Lido di Avola è una spiaggia attrezzata con docce e lidi balneari e si trova dentro la città.

Lido di Noto e la parte marittima della città barocca di Noto, spiaggia affollata durante l’alta stagione o durante i weekend, attrezzata di lidi balneari e docce e si trovano anche tante strutture ricettive.

Eloro è la prima spiaggia della Riserva Naturale orientata Oasi faunistica di Vendicari. Davanti ai vostri occhi troverete una distesa di dune sabbiose, acqua cristallina e sabbia chiara finissima circondate dalla macchia mediterranea e pantani di acqua dolce. Qui trovere anche un piccolo bar e delle aree di sosta. http://www.riserva-vendicari.it/spiaggia-eloro

• A seguire vi è Marianelli. La spiaggia di Marianelli è una spiaggia isolata, selvaggia e incontaminata, inserita tra mandorleti, limoneti e dune di sabbia arricchite da una flora unica. Si trova nella zona nord della riserva tra la spiaggia di Eloro e Calamosche. Presenta un fondale basso e acque limpide e (ad agosto) tiepide. Essendo appartata e selvaggia ed un po’ difficile da raggiungere, i suoi frequentatori sono gli amanti della tranquillità e della privacy. http://www.riserva-vendicari.it/spiaggia-marianelli/

• Proseguendo Calamosche, meglio conosciuta dagli abitanti del posto come “Funni Musca” è una caletta sabbiosa che si estende per circa 200 metri, delimitata da due promontori rocciosi che fanno da riparo alle correnti, con il risultato di un mare sempre calmo e cristallino, tranne con mare con vento di grecale e levante. Un’incantevole piscina naturale ideale per fare snorkeling. Nuotando verso la scogliera ai lati del golfetto, dove il fondale è più profondo, grotte, cavità e anfratti ospitano una variegata fauna marina. Per arrivarci si impiegano circa 20 minuti a piedi e quindi preferite scegliere ore della giornata non troppo calde e durante l’alta stagione e i fine settimana è molto affollata anche a causa della sua ristrettezza, ed essendo riserva non troverete bagni e servizi vari, quindi munitevi di vettovaglie, senza dimenticare di non buttare nulla e lasciare tutto pulito. http://www.riserva-vendicari.it/spiaggia-calamosche/

• Continuando a scendere troverete La spiaggia di Vendicari che è uno dei litorali più affascinati della Riserva. Si trova nella zona meridionale, fra la spiaggia di Calamosche e quella di San Lorenzo, spiaggia che delimita i confini della riserva. Presenta un lunghissimo litorale sabbioso, dal fondale basso che degrada dolcemente verso il largo, la catteristica principale è la presenza delle foglie della pianta marina “Posidonia Oceanica”. Adiacente alla spiaggia si trova l’antica tonnara e l’antichissima torre sveva http://www.riserva-vendicari.it/spiaggia-tonnara-vendicari/

• Uscendo dalla Riserva di Vendicari, proseguendo verso San Lorenzo direzione Pachino, troverete la nona strada chiamata pure Cittadella. La caratteristica di questa spiaggia sono la sabbia fine e bianca, mare cristallino, molte varietà di pesci ed evitando Agosto anche molta tranquillità, in quanto la spiaggia della nona strada è pre-riserva e la Cittadella è il primo ingresso della Riserva venendo da Marzamemi. http://www.riserva-vendicari.it/spiaggia-san-lorenzo/

• In zona c’è la spiaggia di San Lorenzo è un tratto di costa molto affascinante, caratterizzato da grandi spiagge e piccole insenature. La fine sabbia chiara è bagnata da un mare turchese e cristallino con fondale dolcemente digradante, che permette anche ai bambini più piccoli di godere del mare in tutta tranquillità. La splendida costa presenta un patrimonio incontaminato di grandi spiagge e piccole insenature. Questa spiaggia si trova appena fuori il confine della riserva di Vendicari, ma presenta le stesse caratteristiche ambientali della riserva,la naturale continuazione della spiaggia di Vendicari. Il litorale è ben attrezzato con strutture e servizi che assicurano giornate di completo relax balneare, molto affollata nei periodi di alta stagione è consigliata la prenotazione per posti ombrelloni e sdraio

• Da Marzamemi proseguendo verso Portopalo vi imbatterete nella spiaggia di Morghella, riconoscibile in quanto dalla strada, sul lato sinistro avrete la spiaggia e sul lato destro le antiche saline. E’ una spiaggia molto grande con possibilità anche di effettuare snorkeling dal versante Sud. Da qui incomincia a vedersi la colata lavica dell’antico vulcano di Pachino, spento circa 80 milioni di anni fa.

• Scendendo verso Portopalo di Capo Passero con un alternanza di tratti sabbiosi a scogliere e litorali rocciosi, la spiaggia di Scalo Mandrie è sicuramente una delle più suggestive, con la Tonnara di Portopalo e il Castello Tafuri da una parte e il gioiello naturalistico dell’Isola di Capo Passero dall’altra. La caratteristica di questa spiaggia è che è nera poiché deriva da roccia vulcanica. Il mare è azzurro cristallino, con un fondale roccioso e sabbioso verso l’isola di Capo Passero che è proprio di fronte e che fino a metà del settecento era attaccata alla terra ferma tramite una striscia di sabbia che man mano le correnti del mare hanno mangiato, facendola diventare un’isola.

• Passiamo il paese peschereccio di Portopalo di Capo Passero e lungo la strada che porta verso l’Isola delle Correnti, incontriamo tantissime serre utilizzate per la coltivazione del “Ciliegino di Pachino” infatti vengono coltivati sulla sabbia ed irrigati con acqua salmastra e proprio questo che gli conferisce quel particolare sapore che lo rende ricercato in tutto il mondo. l’Isola delle Correnti è l’incontro tra mar Ionio e Canale di Sicilia proprio per le correnti che genera questo fenomeno prende il nome l’isola. Guardando l’isola, a sinistra si trova l’ultima spiaggia del mar Ionio chiamata “pipituna” per il nome della contrada, mentre a destra abbiamo la baia dell’isola con le spiagge di Punto Rio e Punta delle Formiche con alle spalle le caratteristiche “dune di sabbia” sicuramente una delle spiagge da non perdere della zona di Portopalo. Si trova a circa sette chilometri dal centro abitato e si presenta con acque cristalline, basso fondale ed una lunghissima spiaggia dorata! una sorta di piscina naturale, ideale anche per i più piccoli. Le caratteristiche climatiche di questo tratto di costa, che va dall’isola delle Correnti a Punta Rio sono l’ideale per praticare windsurf: non è raro vedere una “processione” di vele colorate anche nei weekend invernali.

• La spiaggia delle granelle lunga circa 5 km è una delle spiagge più lunghe e tranquille in assoluto, infatti non troviamo lidi attrezzati ed alcuni punti risultano inaccessibili proprio per la presenza delle serre.

• Proseguendo verso Pozzallo, da non perdere è la spiaggetta di Porto Ulisse e quella di Cirica, molto belle e tranquille, quest’ultima raggiungibile solo via mare anche dalla spiaggia di Porto Ulisse.

NEWSLETTER

Lasciaci la tua email ! Ti invieremo le nostre offerte